6 comandi base per il cane – Addestrare il cane

L’addestramento del cane è una pratica molto complessa che richiede molta pazienza, dedizione e ovviamente tanto amore per gli animali. I cani addestrati saranno degli animali felici e al tempo stesso sapranno rendere la vita del padrone più facile e spensierata.

In questo articolo vedremo quali sono i comandi di base per addestrare il vostro cane. Si tratta di comandi di semplice esecuzione che potete imparare facilmente e vi saranno utili per addestrare i cani del vostro allevamento.

In alternativa potete anche pensare di assumere nel vostro allevamento di cani un addestratore professionista che conosco l’indole e le caratteristiche specifiche della razza che avete deciso di allevare.

Sappiamo bene che ogni razza ha le sue peculiarità e i comportanti variano molto tra una razza e l’altra quindi è bene specializzarsi su l’allevamento di una razza specifica e fare lo stesso per quando riguarda l’addestramento. In questo modo nel tempo saprete riconoscere i comportamenti dei vostri amici e potrete anticipare e correggere eventuali comportamenti scorretti.

L’elenco dei comandi che trovate di seguito sono comunque validi per tutte le razze.

Il comando seduto per il cane

Partiamo dalle basi, ovvero dall’educazione 🙂 Il comanda seduto è il comando di obbedienza più importante ed anche il più facile da insegnare. Partendo da questo riuscirete a stabilire la giusta intesa con il vostro cane per proseguire poi con gli altri comandi.

Come addestrare al comando seduto
– Prendere un premio e portatelo vicino al naso del cane;
– Alzare poi la mano facendo in modo che la testa del cane segua il premio fino a farlo abbassare in posizione seduto.
– Una volta che raggiunge la posizione seduta, pronunciare il comando “seduto”, porgergli il premio e una carezza.

Potete aiutarvi posizionando il cane con le spalle al muro o ad una parete in modo da ‘obbligarlo’ a sedersi per mancanza di spazio. Il comando va ripetuto un paio di volte al giorno fino a quando il cane non lo avrà imparato.

Il comando vieni o torna per il cane

Altro comando fondamentale, molto utile per la sicurezza del cane ed anche la vostra. Padroneggiare questo comando vi garantirà maggiore fiducia durante le operazioni fuori dal recinto o in zone aperte.

Come addestrare al comando vieni o torna
– Legare il cane al guinzaglio utilizzando il suo collare.
– Avvicinarsi al cane abbassandosi sulle proprie gambe. Quando si raggiunge la sua altezza pronunciare il comando “vieni” e al tempo stesso tirate il guinzaglio delicatamente verso di voi.
– Quando risponde al comando, ricompensalo con una carezza e una delle sue crocchette preferite.

Anche questo comando va eseguito almeno due volte al giorno. Prima con l’uso del guinzaglio e piano piano in aree ampie ma chiuse e poi in aree aperte senza guinzaglio.

Il comando NO

Se il tuo cane comincia a non seguire le regole potrebbe essere utile insegnare questo comando. Ricordati di essere coerente quando usi questo comando, ovvero usalo sempre se segue dei comportamenti sbagliati che non vuoi che ripeta.

Come addestrare al comando NO
– Associa un gesto al comando
Insieme al comoda utilizza un gesto in modo da migliorare la comprensione del comando e imprimerlo meglio nella sua mente.

– Aggiungi una parola al NO
Associa una parola specifica per rinforzare il comando.
Non mordere, Non salire, Non saltare, ecc.

Il comando va eseguito all’occorrenza.

Il comando terra per il cane

Cominciamo con i comandi più difficili, come il comando terra che metterà il cane in posizione di sottomissione. Quindi attenzione a svolgere senza forzare l’animale in caso non dovesse riuscire subito nelle prime esecuzioni..

Come addestrare al comando terra
– Fai sedere il tuo cane davanti a te.
– Prendere un biscottino e far sentire l’odore al cane.
– Muovere la mano con il biscottino verso il pavimento in modo che il cane lo segua e raggiunga la posizione desiderata
– Una volta in posizione abbassata, pronuncia il comando “Terra”, e finalmente potrai concedere il premio e una carezza.

Si tratta di un comando difficile da far imparare ma molto utile per cani molto vivaci e ansiosi. Ripetilo più volte al giorno ma senza forzare al risultato.

Il comando resta

Comando molto specifico, di difficoltà alta ma che può rivelarsi utile per tenere il cane fuori dai guai o per impedire di intralciare i vostri lavori e le vostre operazioni in un lasso di tempo relative breve. Si tratta di un comando da utilizzare anche in situazione pubbliche quando il cane si trova in spazi aperti con altre persone che non sono il padrone.

Come addestrare il cane al comando “RESTA”

  1. Comincia a far sedere il cane con il comando seduto
  2. Apri il palmo della mano e giralo verso di lui.
  3. Pronuncia il comando ‘”Resta”.
  4. Fai un passo indietro
  5. Quando il cane obbedisce premialo con una ricompensa e tante coccole.
  6. Comincia con un passo all’indietro e poi prosegui con due o tre passi.

Vai per gradi, comincia in spazi ristretti e con zero distrazioni, fino ad arrivare a spazi aperti con più persone. Ricordati di premiarlo sempre anche se resta fermo per poco tempo.

Il comando “LASCIA”

Questo comanda va insegnato successivamente agli altri e ci permette di evitare che rovini le nostre scarpe oppure ingerisca cibo non controllato. Il comando lascia è complesso e si articola in due fasi.

Come addestrare un cane al comando “LASCIA”

  1. Riponi un goloso biscottino in entrambe le mani.
  2. Mostra al cane un pugno chiuso con dentro il biscotto (sentirà l’odore).
  3. Quando proverà ad aprire la tua mano pronuncia il comando “No!” al tuo cane.
  4. Quando si ferma premialo con l’altro biscottino.
  5. Ripeti l’addestramento premiandolo solo quando si allontana dal pugno.
  6. Premialo solo quando effettivamente si allontana.

Fase due con un oggetto

Adesso passiamo all’addestramento con un oggetto comune, un bastoncino o un gioco che usa poco.

  1. Dai al tuo cane l’oggetto e faglielo tenere in bocca.
  2. In un pugno tieni un premio in cibo senza mostrarglielo.
  3. Dai al tuo cane il comando “Lascia“.
  4. Se non lascia l’oggetto, mostragli il premio e daglielo solo dopo che ha mollato la presa.
  5. Solo quando finalmente lascia la presa, premialo e dagli le coccole.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *