Curare la gastroenterite nei cani e gatti

Che cos’è la gastroenterite?

La gastroenterite, conosciuta anche come infezione gastrointestinale, è una malattia che presenta un’infiammazione dell’apparato digerente ed intervistando i veterinari iscritti al portale veterinarioincitta.it risulta essere una patologia frequente per cani e gatti.

Dolore, anoressia, vomito, diarrea e, di conseguenza, disidratazione sono tra i sintomi più comuni.

Le cause della gastroenterite sono molto diverse e, spesso, non è possibile scoprire esattamente l’origine di ciascun caso; spesso le cause sono: ingestione di corpi estranei o cibo avariato, presenza di parassiti intestinali o azione di un virus come il parvovirus.

Durata della gastroenterite nei cani

La durata della gastroenterite è di circa 2 e 3 giorni. Ricorda che la gastroenterite nei cani non è fatale e che in alcuni casi si diffonde, quindi è consigliabile seguire una rigorosa routine igienica.
Raccomandiamo l’uso di prodotti enzimatici per l’igiene del suolo, poiché la candeggina o l’ammoniaca causano una maggiore minzione nel cane o nel gatto e i fumi che emettono possono provocare vertigini e disagio.

Il pericolo della disidratazione negli animali con gastroenterite

Quando il tuo animale ha la gastroenterite, una volta che il veterinario è riuscito a stabilizzarlo, è molto importante sostituire al più presto le perdite di liquidi causate da vomito e diarrea.

L’integrazione dei liquidi può essere effettuata mediante terapia fluida endovenosa o per via orale. In casi appropriati, quest’ultimo viene selezionato per diversi motivi: è più facile da amministrare, offre la possibilità di continuare il trattamento a casa a basso costo ed evita l’atrofia dei villi intestinali.

In molte occasioni l’animale presenta anoressia e sintomi di disidratazione perché non è facile farlo bere e di solito viene lasciato a digiuno fino a quando non riacquista il suo appetito da solo; ma il digiuno insieme alla disidratazione provoca il malfunzionamento della mucosa digestiva e può portare all’assorbimento di batteri patogeni, il che complicherebbe e ritarderebbe il recupero dell’animale.

D’altra parte, i livelli di elettroliti, proteine ​​e glucosio saranno bassi dopo che il cane o il gatto ha avuto vomito e diarrea.

Come trattare cani e gatti con gastroenterite?

In primo luogo contattate il vostro veterinario, poi sicuramente dobbiamo evitare che l’animale sia disidratato; offriamoli spesso acqua pulita e fresca e cambiamola spesso, almeno due volte al giorno. In questo modo aumentiamo le possibilità che l’animale abbia voglia di bere. È importante pulire bene la ciotola dell’acqua per mantenere un’igiene ottimale. Possiamo combinare l’assunzione di acqua con integratori alimentari liquidi con una buona appetibilità per migliorare l’idratazione orale e la nutrizione microenterale (per prevenire l’atrofia dell’intestino).

Se ci sono stati casi di vomito è possibile che l’animale non abbia molta voglia di mangiare, ma anche se accetta il cibo è bene fare riposare il suo stomaco con un giorno di digiuno o finché dura il vomito. Terminato questo periodo reintroducete il cibo in piccole quantità in modo da non forzare il suo stomaco: dopo due o tre giorni inizierà a riprendersi e a mangiare normalmente. Inoltre vi consigliamo di non dare all’animale il solito cibo, ma per uno o due giorni la sua dieta dovrà essere costituita da riso e pollo bolliti oppure acquistate delle lattine di cibo umido per la gastroenterite.

Rimedi casalinghi

Noi vi consigliamo di sentire sempre il veterinario; esistono comunque dei rimedi che aiuteranno il tuo animale durante la cura della patologia. Per esempio possiamo somministrare piccole quantità di infuso di camomilla al cane per aiutare a calmare il sistema digestivo e alleviare l’infiammazione che soffre.

In caso di diarrea persistente mescolate col pollo e il riso un po’ di zucca che aiuta a migliorare il transito intestinale e contiene fibre.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *